Gestire l' Acqua della piscina, risoluzione problemi acqua piscina, acqua verde in piscina, dosaggi in piscina, dosaggi chimici nella piscina, dosare-Risparmiare Energia nel Rispetto della Natura

Risparmiare Energia nel Rispetto della Natura

Gestione Acqua

  
Fornitura di Prodotti Chimici per la
 
gestione dell'acqua in piscina
Pagina aggiornata a Mercoledì 8 Agosto 2018
LA PISCINA

Poter utilizzare e far utilizzare ai propri figli una piscina privata è molto divertente e aiuta lo svago e il relax presso la propria abitazione. Il vantaggio di non essere legati ad orari di apertura e chiusura, di avere una privacy adeguata e di un benessere e relax personale è da consigliare ma, come nelle piscine pubbliche, l' acqua va controllata e tenuta secondo parametri precisi per evitare contaminazioni. 

Bisogna tener sempre presente che quando ci si immerge la pelle assorbe una percentuale di acqua e, con essa, anche eventuali fattori che potrebbero creare allergie e irritazioni (compreso occhi e orecchie). E' quindi indispensabile tutelare la salute di chi utilizza la piscina (specialmente quella dei propri figli). 

L'’ acqua in piscina deve essere trattata (almeno per quelle di medie e grandi dimensioni) alla’ apertura, durante tutto il periodo di utilizzo e alla chiusura. L' acqua va rispettata perchè è un bene primario, non va gettata inutilmente. Questi trattamenti servono per preparare e mantenere entro certi livelli di valori tutti gli elementi che servono a preservare l' acqua limpida e sanificata e pulita.

Meglio la Piscina interrata o la Piscina fuoriterra?

La piscina interrata è sicuramente più bella e comoda da utilizzare ma ha dei costi a volte non tutte le famiglie possono permettersela e quindi si può optare per la piscina fuoriterra. La piscina fuoriterra tende a raffreddarsi maggiormente durante le ore notturne in quanto la superficie di contatto con l' aria più fredda aumenta la velocità di raffreddamento rendendo meno confortevole l' entrata in acqua. Coprire con un telo di protezione e isolare il perimetro della piscina aiuta a mantenere più calda l' acqua. Esistono comunque dei riscaldatori solari o ad energia elettrica che possono riscaldare l' acqua alla temperatura di confort. 

Che sia una piscina Interrata o una piscina fuoriterra la cosa più importante da fare è trattare l' acqua in modo da garantire la qualità e la salute di chi la utilizza.

 

APERTURA DELLA PISCINA

BLUEPOOL_CALCMETALSTOP_5

COSA FARE:

 

Prima cosa da fare: PULIZIA DELLA LINEA DELL’ ACQUA, DELLE PARTI EMERSE.
  • Macchie biancastre, calcaree:....................Utilizzare Pulitore CALCARE
  • Macchie scure e oleose:..............................Utilizzare Pulitore DI OLII
  • Se lo sporco è anche nel fondo e negli angoli del liner, svuotare completamente la piscina e utilizzare:.......................................Sgrassatore per Liner (anche per la pulizia del telo di copertura)
  • Eliminare le sostanze in sospensione nell' acqua:Utilizzare FLOCCULANTE e mantenere in funzione il sistema di filtrazione.
  • Effettuare l' analisi dell' acqua specifica per verificare le condizioni per utilizzare eventualmente sequestranti specifici di metalli e calcare Utilizzare SEQUESTRANTI CALCARE E/O METALLI
    (dose variante da 250 a 550 millilitri per 10 m³ a seconda dei risultati delle prove effettuate)

 

IMPORTANTE:

 

I PRODOTTI CHIMICI VANNO IMMESSI A DISTANZA DI ALCUNE ORE UNO DALL’ ALTRO!

NELLE PISCINE APERTE AL PUBBLICO E' OBBLIGATORIO RISPETTARE I PARAMETRI DELL’ ACQUA CHE SONO STABILITI PER LEGGE

 

Come misurare i metri cubi della piscina?

  1. Piscina rotonda: raggio x raggio x 3,14 x profondità
  2. Piscina ovale: lunghezza x larghezza x profondità (media se esistono parti più alte) x 0,89
  3. Piscina irregolare: lunghezza x larghezza media x profondità media x 0,85
  4. Piscina quadrata o rettagonale: lunghezza x larghezza x profondità (media se esistono parti più alte)

Parametri da rispettare e da raggiungere

prima di utilizzare la piscina:

 

  • PH ALTO: regolare il PH con valori compresi tra 7,2 e 7,4 utilizzando CORRETTORI DI PH MENO (CIRCA 100 grammi ogni 10 m³ per ridurre di 0,1 il parametro)
  • PH BASSO: regolare il PH con valori compresi tra 7,2 e 7,4 utilizzando CORRETTORE DI PH PIU’ (da 20 a 60 grammi ogni 10 m³ per alzare di 0,1 il parametro)
  • EFFETTUARE IL TRATTAMENTO SHOCK CON DICLORO GRANULARE ( circa 300-400 grammi per 10 m³ e mantenere l’ impianto di filtrazione acceso almeno 12 ore).
  • EFFETTUARE UN TRATTAMENTO ALGHICIDA

MANUTENZIONE DELLA PISCINA (giornaliero):

 

  • Verificare costantemente il valore di PH (tra 7,2 e 7,4) e il livello di cloro e mantenerlo sempre tra 0,8 e 1,5 ppm (parti per milione) ù
  • Lasciare sempre alcune pastiglie di TRICLORO PASTIGLIE DA 200 grammi nello skimmer ( settimanalmente circa 2-3 pastiglie da 200 grammi ogni 50 m³ per garantire il corretto mantenimento dell’ acqua.
  • Pulire gli la piscina e gli skimmer da foglie e insetti e reintregrare il livello dell’ acqua che è evaporata o uscita. Possiamo fornire anche anche pulitori di fondo automatici o manuali.

 

IMPORTANTE:

AD OGNI REINTEGRO DI ACQUA E’ BENE RIPETERE I TRATTAMENTI SEQUESTRANTI IN BASE ALLA QUANTITA’ DI ACQUA IMMESSA!

 

Manutenzione della Piscina (settimanale):

  1.  

    Effettuare un trattamento antialghe con uno dei prodotti della serie Alghicida

     

  2.  

    Eseguire un contro lavaggio del filtro e un risciacquo. Se la pressione del filtro è troppo alta ripetere il trattamento con PULITORI DI FILTRI

     

 

 

ATTENZIONE:

 

I trattamenti andrebbero ripetuti ogni 15 giorni, dopo ogni temporale che cambia la composizione dell’ acqua”, nei periodi con temperature particolarmente elevate o in caso di molte presenze di bagnanti.

 

CHIUSURA DELLA PISCINA:

 

  1. Pulire accuratamente la piscina ed effettuare il controlavaggio del filtro. Regolare il PH tra 7,2 e 7,4 utilizzando il correttore di PH (PH più o PH meno)
  2. Effettuare il trattamento shock con DICLORO GRANULARE in base alla cubatura della piscina e mantenere l’ impiantodi filtrazione in funzione per almeno 12 ore.
  3. Effettuare un trattamento antialghe di chiusura, effettuare un trattamento di chiusura con SVERNANTE PISCINA e mantenere la filtrazione almeno per 4/5 ore.

 

Posizionare il telo di copertura invernale della piscina.

 

Lo sai che è possibile tenere aperta la piscina tutto l’ anno continuando ad effettuare i trattamenti chimici e gli interventi di manutenzione e pulizia?
 

Problematiche e risoluzioni ai problemi più diffusi:

Acqua torbida e lattiginosa:

  1. Verificare i livelli di cloro. Se necessario effettuare trattamento shock
  2. Verificare il valore del PH, se necessario aumentare con PH più
  3. Aumentare i tempi di filtrazione
  4. Effettuare le analisi stabilizzante

 

  Acqua verde, presenza di alghe:

  1. Verificare i livelli di cloro. Se necessario effettuare trattamento shock
  2. Effettuare un contro lavaggio del filtro
  3. Effettuare il trattamento antialghe

Depositi calcarei:

  1. Verificare i livelli di cloro e portarli nella media tra 7,2 e 7,4
  2. Effettuare le analisi di durezza
  3. Effettuare un trattamento sequestrante con SEQUESTRANTI DI CALCARE E/O METALLI da ripetersi ad ogni reintegro di acqua.

Odore di cloro, irritazione degli occhi:

  1. Livelli di cloro e PH errati
  2. Effettuare clorazione shock o riduzione di cloro
  3. Effettuare analisi del PH e portarlo a livelli ottimali tra 7,2 e 7,4

Macchie biancastre e ruvide sul liner:

  1. Presenza di residui calcarei, effettuare la pulizia con PULITORI DI CALCARE

Macchie scure e unte sul liner:

  1. Presenza di residui grassi, effettuare la pulizia con PULITORE PER OLII

AVVERTENZE E CONSIGLI:

  • Leggere attentamente le etichette dei nostri prodotti prima dell’ uso.
  • Tenere i prodotti chimici sigillati, al riparo da sbalzi di temperatura e lontano dalla portata dei bambini.
  • I prodotti chimici non devono entrare in contratto tra loro, dosare ogni prodotto. separatamente e rispettare i tempi di attesa dopo il dosaggio dei prodotti per permettere la corretta miscelazione con l’ acqua.
  • Non aggiungere mai l’ acqua al prodotto ma i prodotti all’ acqua.
  • Verificare periodicamente il corretto funzionamento degli impianti di filtrazione e/o controllo e dosaggio automatico.

TUTTI I DATI FORNITI HANNO IL SOLO SCOPO INFORMATIVO E POSSONO DIFFERIRE DA PISCINA A PISCINA. SI PREGA DI FARE SEMPRE RIFERIMENTO ALLE NORMATIVE IN VIGORE IN OGNI REGIONE E NAZIONALI IN MATERIA DI TRATTAMENTO DELL’ ACQUA NELLE PISCINE PUBBLICHE E PRIVATE.